Edy Romeo

SCI/RAFTING/HYDROSPEED

SCI-VOLANDO SU UNA GAMBA

il camminatore con la gamba in spalla

La storia di Edy inizia 45 anni fa ad Aosta, nasce e vive tutt’ora in mezzo alle montagne della val d’Aosta e attualmente impiegato come addetto alla sicurezza aeroportuale (primo disabile brevettato in Italia). Una storia che nel 1999, causa grave incidente motociclistico, prende una inaspettata quanto obbligata via. Durante il ritorno dalle vacanze con la propria compagna Katia, un probema alla moto lo costringe a fermarsi in galleria dove viene travolto da una macchina. Ridotto molto male, con il braccio sinistro in pessime condizioni e il disastroso stato della gamba sinistra, dopo 18 giorni di inferno, di infezioni, di cure improvvisate come la camera iperbarica risultata addirittura pessima per la sua patologia, decide insieme a Katia di andare in Francia, al CHU di Grenoble, per effettuare la drastica operazione di amputazione della gamba essendo l’unica soluzione per scampare alla morte.
Finito il calvario del dolore, il primo pensiero è di tornare a vivere una vita normale anche se in una condizione diversa. Con la prima protesi, il nostro Edy inizia con il dilettarsi nelle prime camminate, recupera in fretta e con i miglioramenti fisici avvengono anche quelli psichici, il morale alto fa si che possa riprendere il lavoro e ricominciare a praticare lo sport che più gli si addice … lo sci e per incorniciare questo nuovo inizio quale notizia più lietà di una nuova vita, la nascita della sua piccola Cheyenne.

Dedicandosi alla disciplina dello Sci Alpino con molta determinazione e cocciutaggine, in 8 anni, Edy esordisce nei campionati italiani a Courmayeur per passare alle gare IPCAS, ovvero il circuito internazione paralimpico, ed infine alla coppa europa partecipando a varie discipline con ottimi risultati. Risultati che con sua grande gioia lo hanno portato alla convocazione in nazionale nella squadra paralimpica, partecipando così in varie competizioni di livello internazionle con la possibilità di viaggiare in compagnia di Fulvio, amico, tecnico, coach, skimen e anche autista per gran parte d’Europa.

Diventato testimonial e tester dell’azienda Ottobock Italia, azienda leader mondiale nel settore della protesica, Edy conosce Roberto Bruzzone (Robydamatti), anche lui testimonial di Ottobock Italia, ed in poco tempo si instaura un rapporto di amicizia fatto di conforti e confronti, di viaggi e eventi nei quali hanno avuto la possibilità di conoscersi meglio e continuare a predicare il loro verbo …. NON ARRENDERSI MAI.

Oltre allo Sci, Edy, amante dello sport di montagna e della adrenalina, si dedica anche a discipline fluviali come rafting e hydrospeed e grazie alla collaborazione con Rafting Republic nel 2014 diventa capitano dell’equipaggio, formato completamente da amputati, delle Anatre Bioniche con cui si presenta la prima volta in Europa, ai Campionati Italiani di Rafting. Nel 2015 le Anatre tornano in fiume con l’ambizione sana di divertirsi, guadagnando il terzo posto Assoluto nella categoria non agonisti. Comunque la vera passione non si spegne mai e dopo tanta attesa Edy riconquista la patente AS per tornare finalmente in sella ad una moto, una sella dove la sua seconda vita, ormai parecchi anni fa, ha avuto inizio.

altri testimonial

attimi congelati nel tempo

Sfoglia la fotogallery per rivivere le mie imprese. Clicca sulle immagini per ingrandirle.

E' stata tutt'altro che una passeggiata, ma oggi voltandomi indietro posso sorridere e ritrovare energia positiva.